Con i suoi oltre 2000 anni di storia, la città di Lione è stata plasmata dalle varie epoche che si sono susseguite. Così i visitatori odierni possono scoprire quartieri dall’atmosfera unica che mostrano l’evoluzione di Lione.

Dopo essere stata fondata dai Romani nel 43 a.C. sulla collina di Fourvière, la città si è estesa da ovest a est, beneficiando di due colline e due corsi d’acqua. Iscritta tra i patrimoni mondiali dell’UNESCO nel 1998, i 4 quartieri storici di Lione che si estendono su una superficie di 500ha vi faranno viaggiare nel tempo. Seguite la guida, dall’Antichità fino ai giorni nostri!

Last updated date : 13/02/2018

Fourvière 

Colline de Fourvière, théâtre romain et basilique

La collina più antica di Lione conserva le vestigia di Lugdunum, capoluogo della Gallia sotto l’Impero Romano. Due antichi teatri ricordano l’antico passato di Lione: il gran teatro costruito nel I° secolo a.C. e ampliato nel I° secolo d.C. era dedicato alle attività teatrali e accoglieva fino a 10.000 spettatori. Il piccolo teatro chiamato Odéon fu costruito nel I° secolo d.C. e ospitava letture pubbliche e spettacoli. Nel Musée Lugdunum adiacente ci sono i reperti archeologici di Lione. Infatti scavando nel suolo di Lione se ne trovano tantissimi!

La basilica di Fourvière, simbolo della città costruito tra il 1872 e il 1896 da Pierre Bossan, si staglia fieramente in cima alla collina. Ammirate gli interni riccamente decorati e l’influenza bizantina nell’oro e nei mosaici.

Dal piazzale di Fourvière potete contemplare il panorama di Lione e poi scendere nei giardini del Rosaire, un’autentica oasi verdeggiante.

I siti da vedere assolutamente sulla collina di Fourvière:

  • Basilica Notre-Dame de Fourvière
  • LUGDUNUM Antichi teatri e Museo
  • Giardini del Rosaire sul fianco della collina sotto la basilica di Fourvière

Vieux-Lyon

La Place de la Trinité dans le Vieux-Lyon

Tra la collina di Fourvière e la Saona, la Lione Vecchia ha conservato l’antico fascino dei vicoli rinascimentali. Tornate all’epoca in cui Lione ospitava le fiere dove si recavano i mercanti di tutta Europa per gli scambi commerciali. Negli edifici del XV° e XVI° secolo c’erano ricche famiglie di banchieri e mercanti italiani, tedeschi e fiamminghi.

La Lione Vecchia, segreta e misteriosa, si svela dietro le porte, dove i traboule (passaggi nascosti che collegano due vie attraversando un edificio) e le corti private mostrano la ricchezza degli antichi proprietari.

Le facciate degli edifici molto sobrie all’apparenza svelano le loro decorazioni ai visitatori che oseranno varcare le porte! Nei pressi della cattedrale gotica St-Jean, la Rue Saint-Jean è ricca di ristoranti e negozi. Nella Rue du Bœuf ci sono le boutique degli artisti e ristoranti provvisti delle stelle Michelin. Non esitate a smarrirvi nei vicoli lastricati del quartiere!

I siti della Lione Vecchia da vedere assolutamente:

  • Cattedrale St-Jean e l’orologio astronomico
  • Chiesa Saint-Georges (XIX° secolo) e Chiesa Saint-Paul (dall’XI° al XIX° secolo)
  • Musei Gadagne: Musée d’Histoire di Lione e Musée des Arts de la Marionnette nel più grande edificio rinascimentale di Lione.
  • Musée Cinéma et Miniature: tra miniature e scenografie di Hollywood!
  • Place de la Trinité per il fascino degli antichi edifici
  • Place du Change
  • Corti private e traboule: l’Ufficio del Turismo in Place Bellecour offre una mappa gratuita per individuare le corti e i traboule accessibili ai visitatori. Vi aspettiamo!

Più informazioni in inglese / in francese 

Croix-Rousse

La Croix-Rousse © Marie Perrin / ONLYLYON Tourisme et Congrès

La seconda collina di Lione mostra ai visitatori tutto il suo straordinario fascino con gli edifici disposti sul fianco della collina. Dal XIX° secolo, la Croix-Rousse è “la collina che lavora”, opposta a Fourvière, “la collina che prega”. La Croix-Rousse è il quartiere dell’industria della seta di Lione. Sin dall’Ottocento riecheggiano i “Bistanclaques”, come vengono chiamate le macchine tessili dai Lionesi.

30000 Canuts (termine che identifica i setaioli) facevano vivere il quartiere, rendendo Lione uno dei principali centri dell’industria tessile in Europa. Vi invitiamo a scoprire l’anima di questo quartiere con gli edifici progettati appositamente per ospitare le macchine tessili, fra traboule e scalinate. Le Pentes celebrano la vita di quartiere e conservano uno spirito paesano che rende gli abitanti molto fieri di vivere alla Croix-Rousse.

Passato e presente si mescolano, tra visite ai laboratori tradizionali della seta e boutique di giovani artisti in continuità con lo spirito dei Canuts. Del resto la Maison Hermès produce sempre i celebri carré dalle parti di Lione! A fronte di un passato operaio, oggi la Croix-Rousse è un quartiere artistico dove è possibile ammirare la Street Art. Base importante della Resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale, ha saputo conservare lo spirito ribelle dei Canuts!

I siti da vedere assolutamente sulla collina della Croix-Rousse:

  • Laboratori di tessitura della seta:

La Maison des CanutsSoierie vivante: Laboratorio di passamaneria e Laboratorio municipale di tessitura

Il laboratorio della setaMontée de la Grande Côte

  • Rovine romane dell’Anfiteatro delle Tre Gallie.
  • Traboule e scalinate: l’Ufficio del Turismo offre una mappa gratuita per individuare le corti e i traboule accessibili ai visitatori. Vi aspettiamo!
  • Place Bellevue: panorama sulla riva sinistra del Rodano
  • Jardin des Chartreux: vista sulla Saona e Fourvière

Più informazioni in inglese / in francese 

La Presqu'île

Il cuore di Lione batte fra il Rodano e la Saona al ritmo delle vie commerciali e delle arterie con le loro insegne di lusso.

La Presqu’île è stata ampliata diverse volte. La prima fase di urbanizzazione risale al Rinascimento. Passeggiate sulla Rue Mercière per trovarne le tracce e approfittare delle animazioni serali di Lione!

Il quartiere subì una profonda trasformazione nel XIX° secolo. Si estende da Place Bellecour, la più grande piazza pedonale d’Europa, a Place des Terreaux affiancata dall’Hôtel de Ville e dal Musée des Beaux-arts. Gli edifici del XIX° secolo mostrano l’opulenza della borghesia di Lione... Al calar della sera, le fontane e i monumenti emblematici si illuminano per farvi scoprire le luci di Lione.

Teatri, luoghi culturali e ristoranti animano la Presqu’île di sera, mentre nella parte meridionale si costruisce la Lione del futuro nel quartiere contemporaneo della Confluence...

Hôtel de Ville de Lyon © www.b.rob.fr/ ONLYLYON Tourisme et Congrès

I siti da vedere assolutamente nella Presqu’île:

  • Place des Terreaux: Hôtel de Ville e Musée des Beaux-arts
  • Teatro dell’Opera di Lione
  • Affreschi dei Lionesi celebri: muri dipinti con illusioni ottiche che rappresentano le celebrità di Lione
  • Chiesa gotica di Saint-Nizier
  • Vie commerciali del centro: Rue de la République e Rue Edouard Herriot
  • Passage de l’Argue: passaggio coperto del XIX° secolo con gli antichi negozi.
  • Piazza e Teatro dei Célestins
  • Fontana Place des Jacobins
  • Place Bellecour 
  • Basilica St-Martin d’Ainay: unica chiesa romanica di Lione

Più informazioni in inglese / in francese

L’Ufficio del Turismo organizza ogni giorno visite guidate in francese e in inglese per scoprire il sito UNESCO!
Ulteriori informazioni su https://en.visiterlyon.com.
Inoltre potete noleggiare le audioguide (francese, inglese, italiano, spagnolo e tedesco) per scoprire Lione al vostro ritmo.
https://en.visiterlyon.com/visite-audio-guidee.html oppure presso l’Ufficio del Turismo in Place Bellecour (edificio con le bandiere).

Lyon City Card
Culture and leisure pass

Lyon City Card

The essential pass to cultural activities in Lyon: museums, guided tours, boat cruises and more!.

More
Visiter Lyon
Start exploring the city with

Visiterlyon.com

Leisure cruise, guided tours, wine tours, etc.

More